RECUPERO/FILTRAZIONE

 

Quando viene effettuato il lavaggio degli inerti è giocoforza che le particelle più sottili (sabbia fine fino da 0 a circa 3-4 mm.) vengano trascinate insieme a tutto il  flusso e, se non subissero un’adeguata lavorazione, andrebbero definitivamente perse con un grande spreco di materiale  molto utile ed importante.

Per questo motivo sono stati creati i macchinari che si incaricano del recupero della sabbia fine attraverso il principio della separazione, tra acqua e materiali lapidei, per differenza di peso e consistenza.